CHIARA CONDELLOCustode di una storia di viticoltura che nelle colline di Predappio è stata scritta e tramandata per centinaia di anni e di dare un’interpretazione un po’ rivoluzionaria a questa terra così unica, generosa e contesa. Di produrre un vino che esprimesse l’alto potenziale di queste vigne liberandolo da tutto ciò che c’è di superfluo, un Sangiovese che rispecchiasse e nel quale ritrovare e mettere in pratica le idee.
Per farlo è stato scelto un fazzoletto di terra ai confini del bosco, al centro della denominazione Predappio tra i 150 e i 300 metri di altitudine. Qui le viti affondano le proprie radici in un suolo povero, di matrice calcareo-argillosa e ricco di rocce tufaceo-arenarie di origine pliocenica chiamate Spungone.

Non è stato trovato nessun prodotto che corrisponde alla tua selezione.